Image Alt

“Il lock-down per gli Outdoor Store” con MountainSpirit Bolzano

È un periodo difficile per tutti, lo sappiamo, sopratutto per quelle regioni che si sono ritrovate nuovamente bloccate, in zona rossa, senza grandi possibilità di ripresa. La stagione invernale è ormai alle porte e ci sono molti negozi che hanno dovuto chiudere o cercare di fare del proprio meglio per trovare delle soluzioni innovative per continuare a soddisfare i bisogni dei propri consumatori che amano e continuano a voler frequentare la montagna. Ecco un’intervista con il negozio MountainSpirit di Bolzano!

Buongiorno, raccontaci la storia del vostro negozio!

I nostri due responsabili Günther e Christian avevano da sempre l’idea di aprire un negozio di outdoor, specializzato in arrampicata, sci alpinismo, trekking e trail running. Così nel 2004 sono riusciti a realizzare il loro sogno tanto atteso e hanno fondato MountainSpirit. Il negozio offre i migliori prodotti di marche rinomate e di alta qualità. L’obiettivo è sempre stato quello di consigliare i clienti nel modo più professionale possibile e di supportarli in tutte le questioni del caso. Questo è anche il nostro motto: consulenza, massima competenza e cordialità. 

Nell’anno 2011 abbiamo aperto il primo Marmot Store ufficiale in tutta l’Italia. Quest’anno abbiamo deciso di terminare con Marmot come monomarca e di aprire il nostro Karpos Shop in cui si possono trovare abbigliamento Karpos e Sportful. 

Ci siamo specializzati nei seguenti settori: tutto ciò che riguarda l’arrampicata, lo sci alpinismo, il trekking, i viaggi a lunga distanza, il trail running e molte altre attività outdoor.

 

Come state vivendo questo periodo di lockdown? Secondo voi che direzione sta prendendo il mercato dell’outdoor?

Per noi, come per molti altri, è un momento difficile, ma lo stiamo superando insieme e con molto coraggio. Fortunatamente, siamo in grado di fornire ai clienti i nostri prodotti tramite lo shop online e di dare consigli in caso di domande o dubbi. La direzione da prendere è difficile da stimare, dipende dall’andamento della situazione, ma crediamo che l’impossibilità di viaggiare all’estero verrà sfruttata dai locali per conoscere meglio la nostra bellissima regione e i suoi paesaggi affascinanti e grazie a questo il mercato locale dovrebbe rimanere stabile.

 

Siete un negozio fisico che però ha anche lo shop online, come vanno le vendite online? Avete avuto una crescita con questo nuovo lockdown o durante il precedente?

Abbiamo un negozio online da diversi anni che è in costante crescita. Qui si possono trovare quasi tutti i prodotti che sono anche integrati nel negozio locale allo stesso prezzo. Un aumento delle vendite online è stato evidente durante il primo lockdown. Tutt’ora stiamo osservando una buona tendenza delle vendite online. I clienti, da quanto abbiamo notato, ordinano abbigliamento, sci e attrezzatura di ogni tipo.

 

Cosa ne pensate dell’influenza della moda nell’ambiente outdoor? Credete che l’outdoor segua molto la moda?

Naturalmente la moda ha un’influenza sulla scena outdoor, ma non in maniera così profonda. In primo luogo, l’abbigliamento o l’attrezzatura devono essere funzionali e di buona qualità. Certamente, anche il design e la cultura giocano un ruolo importante. Ad esempio i marchi Ortovox o Patagonia sono molto popolari tra i giovani per la loro produzione sostenibile e il loro design fresco e giovanile. D’altra parte Karpos, un produttore italiano di abbigliamento, è anche molto popolare, perché combina la funzionalità con un buon design e offre buona qualità.

Molti impianti e centri sciistici saranno chiusi quest’inverno, cosa ne pensate? C’è una forte crescita di interesse per lo sci d’alpinismo, come la state vivendo con il vostro negozio?

L’aumento dell’interesse per lo sci alpinismo non è, per fortuna, una novità. Tuttavia, da alcuni anni il settore dello sci alpinismo sta vivendo un boom. Questo ci entusiasma, perché la nostra passione è condivisa ogni giorno da sempre più persone e possiamo sostenerle attivamente. Il fatto che gli impianti sciistici possano rimanere chiusi o essere gestiti con varie restrizioni è forse un indicatore da tenere in considerazione per la crescita dello sci alpinismo, ma si deve anche considerare che tanti skialper si allenano o fanno anche delle salite notturne sfruttando le piste. Ci lasceremo sorprendere dal futuro e speriamo per il meglio!

 

L’outdoor si è ringiovanito? Ci sono utenti più giovani o anziani?

Possiamo solo dire: sì e no. Questo è il bello degli sport outdoor: non c’è praticamente nessun limite di età: dai 3 agli 80 anni, tutto è incluso. Per entrambi.

 

Che brand distribuite?

Abbiamo una vasta selezione di brand, tra cui Scarpa, La Sportiva, Garmont e Dynafit. Nel settore scialpinismo offriamo tra l’altro Hagan, Völkl, Stöckli e Movement. Attacchi di ATK. Altri marchi che amiamo sono Arcteryx, Patagonia, Karpos, Montura e Marmot nel reparto abbigliamento. Nel settore dell’arrampicata offriamo Brand come Camp, Edelrid, Mammut e Petzl. Naturalmente questa è solo una piccola parte dei nostri marchi, è meglio navigare sul nostro sito web per scoprire il mondo di Mountainspirit.

 

Quando fai un’uscita di hiking con cosa ti vesti? I tuoi prodotti preferiti?

Max, co-responsabile dell’online shop e della sezione digital di MountainSpirit: “Dipende dal tour, ma la maggior parte del tempo uso le mie scarpe da trail running Scarpa o La Sportiva (Ultra Spin o Akasha), calze Ortovox, un pantalone Montura, una maglia Karpos, se fa un po’ freddo durante la salita porto con me il pile Patagonia R1 e contro il vento in cima la Marmot Rom Jacket offre la migliore protezione. Anche lo zaino Osprey Talon o Deuter Futura è un must. E per analizzare l’intera escursione uso un Garmin Fenix 6 Pro. Ottimi dati e informazioni su ogni attività outdoor.”

Share this Feature