R5 Gore-Tex Infinium Mythos: pronti a correre

R5 Gore-Tex Infinium Mythos: pronti a correre

Quando le temperature iniziano a scendere, è importante avere la giusta protezione contro freddo e pioggia. In inverno, quando il freddo si fa sentire, gli appassionati di running preferiscono evitare di indossare inutili strati di indumenti. In caso di pioggia e freddo, la giacca R5 Gore-Tex Infinium Mythos offre una protezione affidabile, per continuare a correre anche in pieno inverno.

La giacca softshell firmata Gore Wear è dedicata ai runner più assidui che non rinunciano a indossare le scarpette e a uscire di casa anche quando piove e fa freddo. Realizzata in tessuto altamente traspirante, evita il surriscaldamento durante la corsa. Gli strati di tessuto sono robusti, antivento e resistenti all’acqua. Grazie ai dettagli riflettenti e ai colori vivaci, la giacca è perfetta per correre anche in condizioni di scarsa luminosità.

 

Diversi tipi di strati da indossare
La temperatura ideale è molto soggettiva e varia da persona a persona. Per questo motivo, i prodotti Gore Wear possono essere combinati e abbinati tra loro per risultati sempre ottimali, anche in caso di tempo variabile. I tre membri del team xc-run ci raccontano qual è il loro equipaggiamento ideale per correre in inverno.

 

Markus, il “minimalista”
“Correre in inverno è una vera sfida per un tipo minimalista come me. Non mi piace indossare capi che mi scaldino eccessivamente. Allo stesso tempo, però, devono preservarmi dal freddo, senza farmi sudare, oltre a presentare dettagli riflettenti. Gli impegni quotidiani mi lasciano poco tempo per allenarmi. Dato che ogni attimo è prezioso, non controllo così spesso il meteo e non penso a cosa devo mettermi. In inverno, il mio equipaggiamento standard è composto da calze lunghe che offrono la giusta compressione e tights da running a 3⁄4 indossati sotto i pantaloncini per mantenere la giusta temperatura. Anche sopra indosso lo stretto indispensabile: mi basta un base layer senza maniche abbinato a una giacca versatile e sono pronto a partire.”

Christian, il “freddoloso”
“Io non amo il freddo. Quando la temperatura si avvicina allo zero, indosso calze lunghe, tights lunghi e un paio di pantaloncini dalla vestibilità comoda. Sopra scelgo un base layer con una maglietta a maniche corte oppure, a seconda della temperatura, una a maniche lunghe per stare un po’ più caldo. Come strato esterno finale indosso una giacca protettiva, indipendentemente dalle condizioni meteo. Inoltre, non esco mai di casa senza indossare i guanti e una protezione leggera per la testa”.

Bine, un “super fan degli strati”
“Il segreto per l’equipaggiamento da running invernale è quello di cambiare i capi a seconda della temperatura e, se necessario, portare con sé indumenti extra. Mi piace vestirmi a strati e, in caso di necessità, tolgo e metto i capi anche mentre corro. Per me l’outfit ideale è composto da un base layer per una pelle sempre asciutta, uno strato intermedio che offra calore e isolamento e, sopra tutto, indosso una giacca che mi ripari da freddo, vento e pioggia. Anche se le gambe sono meno sensibili al freddo, è sempre bene indossare un paio di tights da running invernali leggermente foderati o una membrana windstopper”.